loader image

5 Borghi da vedere in Umbria: viaggio nella Terra del Sagrantino

L’Umbria è da sempre una delle nostre regioni preferite, scrigno di pace e tranquillità e delizia per occhi e palato. Complice la vicinanza alla nostra regione, torniamo spesso a visitarla e a godere degli splendidi silenzi dei suoi colli e dei suoi borghi. La zona che preferiamo è senza dubbio la cosiddetta Terra del Sagrantino, facilmente raggiungibile dalle spiagge marchigiane dalla comoda SS77 che collega Civitanova Marche a Foligno.
Questa meravigliosa zona dà origine al famoso vino Sagrantino ed è formata da alcuni tra i più bei borghi dell’Umbria.
Ecco quali sono secondo noi i 5 borghi da vedere in Umbria, attraverso un viaggio nella terra del Sagrantino.

5 Borghi da vedere in Umbria

Montefalco

Tra i borghi da vedere in Umbria, sicuramente Montefalco è quello a cui siamo più affezionati, quello dove torniamo e ritorniamo, quello che ogni volta riesce a sorprenderci con la sua autentica bellezza.
I panorami che possiamo ammirare dai suoi numerosi belvedere, sono uno dei motivi per cui amiamo Montefalco. Le viste spaziano su tantissimi piccoli borghi, sulle montagne dell’Appennino e sulle verdi vallate, arricchite da profumati vigneti.

Proprio per queste sue meravigliose viste, a Montefalco è stato regalato l’appellativo di Ringhiera dell’Umbria. Uno dei punti panoramici da non perdere è quello davanti alla Porta della Rocca, che vi darà il benvenuto prima di entrare all’interno del paese. La Porta della Rocca tra l’altro, è una delle 5 porte che interrompono la continuità delle mura medievali che circondano l’intero borgo.

A Montefalco non perdetevi la visita della Chiesa-museo di San Francesco, suddivisa in tre diverse aree: la ex chiesa, conosciuta per i meravigliosi affreschi di Benozzo Gozzoli e del Perugino, la Pinacoteca e la cripta contenente reperti archeologici.

Continuate la visita di questo pittoresco borgo umbro, attraverso la Piazza del Municipio, fulcro della vita del paese. Perdetevi per le sue viette, ricche di localini tipici, botteghe ed enoteche. Regalatevi un momento tutto per voi, mangiando qualcosa di tradizionale e bevendo un buon vino rosso Sagrantino.

Anche i dintorni del borgo hanno molto da offrire, tra cui la Chiesa di Santa Chiara, meta di pellegrinaggio. Se volete saperne di più sul nostro borgo del cuore, allora leggetevi l’articolo su Cosa vedere in 1 giorno a Montefalco.

5 Borghi da vedere in Umbria 

Bevagna

Un altro dei 5 borghi da vedere in Umbria è senza dubbio Bevagna. Un piccolo gioiello incastonato al centro della Terra del Sagrantino.

Il borghetto di Bevagna è circondato da imponenti mura di cinta sulle cui torri si può camminare proprio come facevano centinaia di anni fa i soldati, a difesa della città. Da qui si può ammirare il paese da un punto di vista diverso e immaginare come scorreva la vita in passato. Le porte di accesso al borgo sono 5 e da ognuna di queste, parte una stradina che vi condurrà fino a Piazza Silvestri, il vero cuore di Bevagna.

A detta di molti Piazza Silvestri sembra essere una delle più belle piazze medievali d’Italia. Sulla graziosa piazzetta affacciano il Palazzo dei Consoli con al suo interno il Teatro Torti e la Chiesa di San Silvestro. Proprio quest’ultima è stata realizzata nel 1100 e custodisce splendidi affreschi da ammirare. Al centro della piazza, ad abbellire il tutto, una maestosa fontana ottocentesca.

Piazza Silvestri risulta essere particolarmente frizzante, con i suoi localini, i suoi turisti, i giovani seduti ai tavolini che incrociano i loro bicchieri, gli anziani che giocano a carte e i bambini che corrono da un lato all’altro.
Ancora una volta, come ci capita in borghi come questo, restiamo ad osservare con stupore il contrasto tra un luogo che non si arrende al tempo e il tempo stesso che, incurante, continua ad andare avanti incessantemente. Da non perdere la Chiesa di San Francesco, posta nel punto più alto della città, il resto delle antiche terme romane e il Tempio Romano che si può ammirare nella Chiesa della Madonna della Neve.

Se siete fortunati e capitate a Bevagna a fine giugno potreste partecipare al Mercato Delle Gaite, una rievocazione medievale che coinvolge tutto il paese e dura 10 giorni e che vi catapulterà nella Mevania del 1200.

5 Borghi da vedere in Umbria 

Trevi

Abbarbicato su una collina e ben visibile dalla valle, circondato da vigneti, si trova invece Trevi. Paesino riconosciuto tra i Borghi più belli d’Italia e che si posiziona assolutamente nella nostra personale lista, dei 5 borghi da vedere in Umbria.

Lungo la strada verso Trevi, affiancata da mille ulivi, è doveroso fermarsi al Santuario della Madonna delle Lacrime, un bellissimo santuario affrescato. Anche qui tornerete ad osservare una magnifica opera del Perugino, l’Adorazione dei Magi. Il Santuario è composto da un’unica navata, sorta in seguito alla lacrimazione di sangue, della Madonna disegnata in un dipinto, datata 5 agosto 1485. Alcune famiglie della zona decisero poi, di far costruire una Chiesa ove poter venerare la Vergine.

Si può accedere alle mura di Trevi attraverso una delle 4 porte (porta del Cieco, porta San Fabiano, porta del Bruscito e arco del Mostaccio) ed entrare nel borgo immergendosi fin da subito nella sua atmosfera medievale. Il fulcro della cittadina, come la maggior parte di questi borghi, è la piazza centrale. L’elegante Piazza Mazzini ospita il Palazzo Comunale e soprattutto la Torre Civica, il vero e proprio simbolo del borgo. 
Dalla piazza si prosegue fino a raggiungere la Chiesa di San Francesco, ovviamente in onore del Santo di Assisi, dove ha sede uno splendido organo del sedicesimo secolo. Non lontano dalla Chiesa di San Francesco, il Duomo di Sant’Emiliano merita senz’altro una visita. L’Altare del Sacramento posto all’interno del duomo, risale al 1522 e su di esso troneggia l’immagine di Sant’Emiliano tra i Leoni. Davvero un’immagine molto bella.

Anche a Trevi, come per molti altri borghi Umbri vale la regola del prendersi tra splendidi vicoli e incantevoli paesaggi e avere la macchina fotografica in mano è quasi un obbligo, perchè la bellezza è nascosta dietro ogni angolo.

5 Borghi da vedere in Umbria 

Spello

Quando pensiamo ai 5 borghi da vedere in Umbria, non possiamo non parlarvi di Spello. Ogni volta che passeggiamo per questi paesini ci ritroviamo a pensare a come la bellezza d’altri tempi, la cultura, i colori, l’arte e le tradizioni possano essere racchiusi in centri così piccoli e Spello ne è l’esempio. Anche qui non possono mancare le porte d’ingresso al centro storico del borgo, bellissime, tra le meglio conservate in Italia. Da non perdere, sicuramente la Porta Consolare, Porta Venere con a lato le due maestose Torri di Properzio e Porta Urbica. Come se ce ne fosse bisogno, la forte presenza del Pinturicchio ha contribuito ad impreziosire il borgo.

La prima cosa da vedere a Spello infatti, è la Chiesa di Santa Maria Maggiore, dove si custodisce un vero tesoro: la Cappella Baglioni è infatti decorata da affreschi del Pinturicchio datati 1501 ed è pavimentata dalle maioliche del Deruta. Anche qui vedrete due affreschi dell’onnipresente Perugino, che abbiamo ritrovato in molti altri borghi dell’Umbria.
Pinturicchio è anche l’autore della bellissima Madonna col bambino in Trono, che troviamo nella Chiesa di Sant’Andrea. L’opera è davvero stupenda e vi sono raffigurati, oltre alla Madonna abbracciata al Bambino, anche vari santi tra cui San Francesco e Sant’Andrea a cui è dedicata la Chiesa.

Dedicate una visita anche alla Pinacoteca Civica dove sono esposte tantissime opere cinquecentesche, la più importante delle quali è la Madonna col Bambino, di inizio secolo XVI attribuita al Pinturicchio e proveniente dalla vicina Chiesa di Santa Maria Maggiore. L’opera fu rubata nel 1970 e solo nel 2004 ritrovata e riportata a casa.

Spello però, è conosciuta soprattutto per i suoi vicoli sempre fioriti ad ogni stagione e che regalano al borgo un’infinità di scorci colorati. Sono davvero tantissime le stradine strette, i balconcini, i davanzali, le porte delle abitazioni, decorate magistralmente con fiori e vasi dalle mille sfumature. Ricordiamo ancora la brillantezza dei gerani rossi e viola, sparsi un pò ovunque. Proprio parallelamente all’arrivo della primavera, il borgo si trasforma in un’eslposione di colori e profumi che raggiunge l’apice della bellezza nella domenica del Corpus Domini, che in genere coincide con i primi giorni di giugno.

Durante la Fioritura di Spello o Infiorata di Spello, il borgo si riempie di tappeti e quadri floreali per un percorso lungo un paio di chilometri. Le meravigliose creazioni e decorazioni floreali sono eseguite da veri e propri artisti. Pensate, che vengono progettate e preparate per mesi, usando soltanto elementi vegetali e fioreali. Le composizioni vi lasceranno davvero a bocca aperta e piuttosto increduli. Vi sembreranno dei veri e propri disegni fatti col pennello di un abile pittore. Se avete la possibilità, visitate Spello durante questo evento, sarà sicuramente la scelta migliore.

5 Borghi da vedere in Umbria 

Assisi

Assisi è senza dubbio il luogo più famoso di tutta la regione Umbria. Potremmo dire che è piccolo come un borgo, ma allo stesso tempo definirlo borgo è riduttivo. Assisi è un luogo celebre nel mondo per aver dato i natali a San Francesco e quindi una meta religiosa di primo livello per tutta la comunità cristiana.

Da tutto il mondo, ogni anno giungono milioni di fedeli per ammirare la magnifica Basilica di San Francesco. Al suo interno sono custodite le spoglie del Santo e hanno lavorato alcuni tra i più grandi artisti di sempre, come il pittore Giotto, autore della maestosa cupola affrescata.

Assisi merita sicuramente un approfondimento particolare, vista la sua carica spirituale, la sua storia e le sue numerose cose da vedere, per cui se volete saperne di più, cliccate su Visitare Assisi in un giorno, tra capolavori e buon cibo

Se siete amanti dei piccoli paesini vi consigliamo di visitare anche i bellissimi borghi delle vicine Marche di Loreto e Sirolo

Condividi:


Avatar for Nati & Nico, Natascia & Nicolas

Viviamo in pianta stabile in un piccolo paesino marchigiano, ma dopo innumerevoli viaggi e esperienze di vita all’estero, abbiamo imparato che il viaggio è sentirsi sempre nel posto giusto, ovunque esso sia. Siamo degli ottimisti cronici e forse è proprio per questo che vediamo bellezza e opportunità ovunque. Ci piacciono gli aeroporti che in un attimo legano i fili del mondo, la fotografia e i video che conserviamo e riguardiamo con cura dopo ogni viaggio. Ci piace assaggiare la cucina locale, imparare come vivono gli altri, esplorare e perderci per le infinite vie di un viaggio. TODOMUNDOEBOM è crescita, attimi speciali, condivisione, tolleranza, diversità, amore ed è qui per raccontare, condividere e regalare consigli e soprattutto emozioni. Se volete sapere di più su di noi cliccate qui. Vivimos en un pequeño pueblo en la región Marche, en Italia. Después de tantos viajes y experiencias de vida en el exterior, aprendimos que el viaje es sentirse siempre en el lugar justo, donde sea que esté. Somos muy optimistas y es por esto que nos queda tan fácil ver belleza y oportunidades. Nos gustan los aeropuertos, la fotos y los videos que conservamos y miramos con cura después de cada viaje. Nos gusta probar la cocina local, conocer culturas distintas de la nuestra, explorar y perdernos por las infinitas calles de un viaje. TODOMUNDOEBOM es crecer, vivir momentos especiales, compartir, diversidad, amor, y es contar y regalar consejos y sobre todo emociones. Si quieren saber mas sobre nosotros hagan clic aquí.

Lascia un commento



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *