loader image

Cosa vedere a Ferrara: itinerario a tema Cinema

Quando si parla di Ferrara, il pensiero va subito a una delle più belle città italiane, al meraviglioso Castello Estense, ai deliziosi Cappellacci alla zucca e alle colorate bici che sfrecciano per la città. Ferrara è una città a misura d’uomo e perfetta per essere esplorata a piedi. Spesso ci si dimentica che Ferrara è anche un centro importante per il Cinema Italiano. Basti pensare che sono strettamente legati alla città estense maestri della regia del calibro di Michelangelo Antonioni e Florestano Vancini.

Per non parlare del genio degli effetti speciali Carlo Rambaldi, il papà di E.T. di Spielberg. Quindi se si è amanti del grande schermo e si sta organizzando un viaggio da queste parti è assolutamente necessario aggiungere alla lista su cosa vedere a Ferrara anche un itinerario a tema Cinema.

Prendetevi il vostro tempo e attraversate la città alla ricerca dei luoghi cinematografici più importanti. Lasciatevi guidare da ricordi lontani, grandi registi ed emozioni in bianco e nero, regalandovi un vero e proprio viaggio nel tempo.

Cosa vedere a Ferrara a tema Cinema

La Certosa di Ferrara

Abbiamo iniziato il nostro giro su cosa vedere a Ferrara a tema Cinema, partendo dalla meravigliosa Certosa di Ferrara. La Certosa è molto più di un cimitero monumentale: è un vero a e proprio museo a cielo aperto nel cuore della città. Per noi è stato emozionante poter passeggiare avvolti dal silenzio, in uno spazio unico in Italia.

La Certosa viene costruita nel 1452 come monastero ad uso dei monaci certosini. Da quella data accompagna la città durante le tappe salienti della sua evoluzione attraverso i secoli. E’ un luogo che accoglie e avvicina in un delicato raccoglimento, diverse e raffinate scuole architettoniche e scultoree. Qui grandi artisti hanno messo a disposizione saperi e talento nella creazione di tombe monumentali, sculture e statue marmoree, al fine di rendere immortale il ricordo di chi qui riposa.

La Certosa è inoltre un enorme parco verde di oltre 6 ettari nel cuore della città. Se siete alla ricerca di un luogo dove regalarvi un momento di relax e di riflessione a contatto con la natura, siete nel posto giusto. Proprio in questa parco, dal 1813, quando la Certosa diventa cimitero monumentale, riposano molti grandi ferraresi. Persone, che dopo una vita di successi e riconoscimenti internazionali, sono finalmente tornate a casa. Molti di questi grandi personaggi sono legati al nostro itinerario a tema Cinema.

Come visitare la Certosa

Per visitare la Certosa, avete a disposizione tre percorsi tematici:

  1. Storie di Ferrara. Il percorso si snoda tra le varie sepolture di personaggi, che grazie alle loro attività professionali, hanno raccontato la storia di Ferrara e hanno contribuito al suo sviluppo.
  2. Le Sette Arti. Questo è il percorso che potrebbe fare al caso vostro se amate il Cinema ed è anche quello che abbiamo seguito noi. Qui troverete le sepolture di famosi registi cinematografici, ma anche quelle di poeti, scrittori e pittori.
  3. La Sacra Bellezza. Questo percorso è perfetto per gli amanti dell’arte. Infatti, passeggiando potrete ammirare busti e raffinate statue, ma non solo. A catturare particolarmente la vostra attenzione, saranno le opere di architettura sepolcrale realizzate da da grandi architetti e scultori.

Per visitare la Certosa al meglio e non perdervi nulla, vi consigliamo di munirvi di mappa. Le mappe cartacee e alcuni cartelloni con le indicazioni, potete trovarli all’ingresso del cimitero, oppure potete scaricare la mappa direttamente sul vostro telefono. In alternativa, potete scaricare anche l’app gratuita ARTOUR, disponibile sia per iOS o Android. Una semplice guida interattiva in realtà aumentata, dotata di navigatore GPS, che vi darà accesso a contenuti audio e visivi, per visitare la Certosa in modo pratico e originale. La Certosa inoltre è un sito completamente gratuito, per cui non avrete bisogno di alcun biglietto d’ingresso per poter entrare.

Registi illustri alla Certosa

Tornando al nostro percorso su cosa vedere a Ferrara a tema cinema, vediamo chi riposa alla Certosa, tra i registi ferraresi e quindi italiani, più illustri. Ad esempio, qui trovate il grande regista: Michelangelo Antonioni. Antonioni non ha certo bisogno di presentazioni, visto che fa parte dei più grandi cineasti italiani. E’stato autore di innumerevoli capolavori e ha avuto una carriera favolosa culminata nel 1995 con la consegna del premio Oscar. Tra i suoi capolavori più importanti, ci sono Blow up e Zabriskie Point.

Anche Florestano Vancini, altro grande nome del cinema italiano, riposa qui alla Certosa. Il Vancini, regista e sceneggiatore, è famoso per la sua passione su temi storico-politici e memorabile è la sua Lunga notte del ’43.

C’è poi Antonio Sturla, uno dei pionieri del cinema italiano, direttore di fotografia e precursore dei tempi in ambito di regia. Sturla ha favorito la formazione di tanti grandi, dallo stesso Vancini, a Ragazzi, Damiani e il 3 volte premio Oscar Rambaldi. Nel luogo dove sono conservate le spoglie di Sturla fate caso alla delicata opera di Luigi Legnani. Una meravigliosa scultura della Madonna dolente inginocchiata in preghiera. Ma soprattutto, fate caso ad un particolare molto evocativo, ossia la grande porta semiaperta che rappresenta la via per l’aldilà.

Tennis Club Marfisa

Per il nostro itinerario a tema cinema, ci siamo poi spostati al Tennis Club Marfisa. Questo è un luogo molto importante per la vita di Antonioni. Il regista in quanto grande amante del tennis, passava qui le sue giornate di gioventù insieme al suo amico, lo scrittore Giorgio Bassani, conosciuto quando erano entrambi studenti.

Sia Antonioni che Bassani, erano soci del circolo e partecipavano attivamente ai vari tornei. Esposta nel club infatti, c’è la coppa del torneo societario. Il torneo si svolge ogni anno e nelle prime due edizioni è stato vinto proprio dal Maestro, il cui nome, scolpito sul trofeo non è Michelangelo, ma Nino. È così infatti che veniva affettuosamente chiamato da tutti, in giovane età.

Antonioni decide di rendere omaggio, proprio al Tennis Club Marfisa, ambientando qui alcune sequenze del suo lungometraggio d’esordio, Cronaca di un amore. Sebbene il film sia ambientato a Milano, Ferrara viene citata in alcune scene.

Nel film infatti, il ricco industriale Enrico assolda un investigatore privato per saperne di più sul passato della sua giovane moglie, Paola. L’investigatore arriva quindi a Ferrara, città di origine della ragazza, per svolgere il suo lavoro. Il Tennis Club Marfisa è uno dei luoghi dove il detective va a fare qualche domanda. Guardando il film noterete una scena in cui sullo sfondo si vedono i Campi da Tennis del Club Marfisa.

Piazza del Municipio e Sala Estense

Altra location fondamentale da inserire nell’elenco Cosa vedere a Ferrara a tema Cinema, è Piazza del Municipio. Questa graziosa e vivace piazzetta, un tempo costituiva il cortile del Palazzo Ducale. Non passa di certo inosservato il maestoso Scalone d’Onore, costruito su disegno di Pietro Benvenuto degli Ordini.

Questa piazza è un luogo importante per il Cinema, perché segna il ritorno, professionalmente parlando, dopo tanti anni di Michelangelo Antonioni nella sua città. Siamo nel 1995 e il Maestro, fresco di premio Oscar, gira a Ferrara uno dei suoi ultimi lavori, Al di là delle nuvole. Nel primo episodio del film, Silvano e Carmen si incrociano al Cinema. Gli interni sono quelli della Sala Estense, mentre quando escono, si ritrovano appunto in Piazza del Municipio.

Castello Estense

Il Castello Estense è sicuramente l’edificio simbolo di Ferrara e non poteva mancare tra le tappe a tema Cinema. ll Castello in verità, se si parla di cosa vedere a Ferrara, è una tappa da non perdere qualsiasi sia il vostro itinerario. Con i suoi inconfondibili mattoni di cotto rossi, il suo perfetto stile medievale, le torri circondate dal fossato e i ponti levatoi, è la vera Star di Ferrara.

Per non parlare dell’immensa bellezza dei suoi interni. Splendidi saloni affrescati (soprattutto le sale degli specchi), cupe prigioni dove tutti coloro che tradivano la famiglia estense, venivano rinchiusi.

Il Giardino degli Aranci che ospita nella sua bella terrazza, profumati alberi di arancio, che danno il meglio nel periodo primaverile e per finire in bellezza, la vista panoramica della città dalla Torre dei Leoni. Insomma, il Castello Estense è una tappa da non perdere e vi consigliamo assolutamente di visitare anche gli interni.

Il Cinema al Castello Estense

Per quanto riguarda il Cinema invece, il Castello compare più di una volta nella storia del grande schermo italiano. Nel 1943 è un giovane Visconti a scegliere il ferrarese per le riprese del suo film d’esordio Ossessione, riprese che spaziano tra il Castello e Piazza della Repubblica.

Ne La lunga notte del ’43 di Vancini, il Castello di San Michele è il luogo dell’eccidio fascista, infatti è davanti al muretto del castello che gli antifascisti vengono fucilati sotto gli occhi del proprietario della farmacia (ancora presente e attualmente Farmacia Navarra), che assiste impotente all’esecuzione.

Anche Antonioni, ovviamente omaggia il Castello, inserendolo nel film Le amiche del 1955, dove si nota il dipinto Le muse inquietanti di Giorgio de Chirico, che raffigura proprio il Castello Estense. Inoltre il Castello compare anche nell’episodio ferrarese di Al di là delle nuvole.

Info pratiche:

costo biglietto di ingresso al castello intero 12,00 euro
costo biglietto di ingresso al castello ridotto 10,00 euro

supplemento per salire sulla Torre dei Leoni 2,00 euro
per info più dettagliate, vi consigliamo di visitare la sezione Accesso e Tariffe sul sito del Castello

Corso Ercole I d’Este

Il nostro itinerario a tema cinema continua su Corso Ercole I d’Este, costeggiando Parco Massari e assolutamente tra le cose da vedere a Ferrara. Corso Ercole I d’Este, anticamente era chiamato Via degli Angeli, per via della chiesa dedicata a Santa Maria degli Angeli e che si trovava lungo il corso. Mentre Parco Massari è un angolo verde di circa 4 ettari e che accoglie al suo interno alberi secolari, tra cui un’enorme farnia proprio all’ingresso di Corso Ercole I d’Este.

Il muretto di questo splendido parco compare nel film Il giardino dei Finzi Contini, come ingresso della villa dei Finzi Contini appunto. Inoltre, nel film, Corso Ercole I d’Este è la strada che conduce verso casa Finzi Contini.

Piazza Ariostea

L’itinerario su cosa vedere a Ferrara a tema cinema, si conclude con Piazza Ariostea.

Nel 1974, Florestano Vancini torna a girare nella sua città d’origine, a 14 anni da La lunga notte del ’43. Il film in questione è Amore amaro, la storia di un amore impossibile tra un giovane studente e una vedova trentacinquenne con figli durante l’epoca fascista. Il lungometraggio, inizialmente pensato con Roma come ambientazione, viene invece girato a Ferrara e proprio Piazza Ariostea viene scelta come location dove situare la casa della protagonista, interpretata da Lisa Gastoni.

Cosa vedere a Ferrara a tema Cinema e non solo

Come abbiamo visto i luoghi del cinema a Ferrara sono davvero tanti e alcuni piuttosto inaspettati, in una città nel cuore dell’Italia che sa offrire davvero tanto sotto moltissimi aspetti. La lista di cosa vedere a Ferrara è davvero lunga infatti. Perdetevi tra gli intricati vicoli colorati e fate tappa in Via delle Volte, chiamata così per via degli archi e dei Ponti sospesi che la caratterizzano. Visitate il Palazzo dei Diamanti, che prende il nome dagli oltre 8.500 blocchi di marmo a forma di diamantino, che compongono il suo bugnato e cercate l’autentico diamante che si dice sia nascosto tra le bugne. Rivolgete lo sguardo al cielo alla Rotonda Foschini e godetevi i tanti eventi in programma.

A proposito di eventi, voglio segnalarvene alcuni davvero favolosi e che non vi potete perdere:

  • Ferrara Summer Festival, dal 23 giugno 22 – tra Piazza Trento e Trieste e piazza Ariostea – con artisti come Blanco, i Litfiba, Il Volo, Venditti e De Gregori, Sam Ryder, Marracash, Caparezza, Ermal Meta, e Cinque date di Notre Dame de Paris.
  • Ferrara sotto le Stelle con La Rappresentante di Lista in data 19 giugno 22, nella location della Nuova Darsena e altri cantanti. 
  • Ferrara Summer Festival e Ferrara Sotto le Stelle si uniranno il 15 Luglio 22, per la super data dei The Smile, il nuovo progetto musicale dei Radiohead.

Cosa vedere a ferrara

Dove mangiare a Ferrara

Il capitolo dove mangiare a Ferrara, meriterebbe un lungo approfondimento, ma intanto vi lasciamo qualche consiglio su dove mangiare, mentre siete in giro a cercare i luoghi del Cinema. La nostra scelta è ricaduta su alcuni locali che fanno parte delle Botteghe Storiche di Ferrara. Locali che sono una testimonianza preziosa della cultura ferrarese e che hanno mantenuto i sapori e molti anche gli arredi, di un tempo ormai passato.

Il primo posto che vi consigliamo è Giori. La Birraria Giori si trova proprio ai piedi del Castello Estense in Piazza Savonarola. Giori nasce come attività che propone birra e panini e ancora oggi, nonostante si possano mangiare anche i primi piatti, le insalate ed altri piatti unici, la paninoteca è il loro pezzo forte. Potrete scegliere tra tantissimi tipi di pane e farciture. Ovviamente la location è da dieci e lode.

Il secondo posto che vogliamo consigliarvi è l’Osteria degli Angeli, che si trova nella caratteristica Via delle Volte. Nasce come locanda e oggi i offre piatti della cucina tipica ferrarese, in un ambiente davvero accogliente e caratteristico. Qui potrete assaggiare i famosi cappellacci di zucca, oppure il pasticcio ferrarese o i cappelletti e salama da sugo. Grazie alla cucina a vista, potrete vedere come vengono preparati i vari piatti.

Questi sono quelli in cui abbiamo mangiato noi, ma la lista su dove mangiare a Ferrara è davvero lunghissima e la scelta ancora di più.

Siamo giunti alla fine di questo itinerario a tema Cinema. Che dire? Se siete alla ricerca di un tour insolito, se siete amanti del cinema o se semplicemente, volete conoscere la città di Ferrara da un punto di vista diverso, allora questo itinerario vi calza a pennello.

Condividi:


Avatar for Nati & Nico, Natascia & Nicolas

Viviamo in pianta stabile in un piccolo paesino marchigiano, ma dopo innumerevoli viaggi e esperienze di vita all’estero, abbiamo imparato che il viaggio è sentirsi sempre nel posto giusto, ovunque esso sia. Siamo degli ottimisti cronici e forse è proprio per questo che vediamo bellezza e opportunità ovunque. Ci piacciono gli aeroporti che in un attimo legano i fili del mondo, la fotografia e i video che conserviamo e riguardiamo con cura dopo ogni viaggio. Ci piace assaggiare la cucina locale, imparare come vivono gli altri, esplorare e perderci per le infinite vie di un viaggio. TODOMUNDOEBOM è crescita, attimi speciali, condivisione, tolleranza, diversità, amore ed è qui per raccontare, condividere e regalare consigli e soprattutto emozioni. Se volete sapere di più su di noi cliccate qui. Vivimos en un pequeño pueblo en la región Marche, en Italia. Después de tantos viajes y experiencias de vida en el exterior, aprendimos que el viaje es sentirse siempre en el lugar justo, donde sea que esté. Somos muy optimistas y es por esto que nos queda tan fácil ver belleza y oportunidades. Nos gustan los aeropuertos, la fotos y los videos que conservamos y miramos con cura después de cada viaje. Nos gusta probar la cocina local, conocer culturas distintas de la nuestra, explorar y perdernos por las infinitas calles de un viaje. TODOMUNDOEBOM es crecer, vivir momentos especiales, compartir, diversidad, amor, y es contar y regalar consejos y sobre todo emociones. Si quieren saber mas sobre nosotros hagan clic aquí.

Lascia un commento



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.