loader image

Le 15 spiagge più belle del Gargano: alla scoperta di baie e calette

Quando abbiamo scelto il Gargano per il nostro viaggio, la prima cosa che ci è venuta in mente è stato il mare. Noi siamo gente di mare. L’estate per noi significa profumo di salsedine, rumore di onde che si infrangono sulla battigia, bagni di sole e capelli che si asciugano al vento. Il Gargano ci sembrava il posto perfetto per vivere a pieno queste sensazioni e in effetti così è stato. Abbiamo racchiuso in questo articolo quelle che secondo noi sono le 15 spiagge più belle del Gargano.

Con i suoi quasi 200 km di costa il litorale Garganico regala un patrimonio naturalistico di inestimabile bellezza. Il paesaggio non è mai lo stesso e vi ritroverete ad ammirare spiagge incastonate tra i faraglioni, baie dorate, piccole calette, mare cristallino, altissime falesie a strapiombo sul mare e scogliere calcaree. Ad accompagnare tutto questo ci sarà la verde e rigogliosa vegetazione tipica del Parco Nazionale del Gargano. Infatti qui la costa è ricoperta da pini, larici e faggi, adagiati su scoscesi promontori.

Una premessa che vogliamo fare sulle spiagge del Gargano è che non sono certo le infinite spiagge bianche dei paradisi caraibici, dove in un attimo si è già con i piedi nella soffice sabbia. Se cercate questo non lo troverete. Il gargano sa essere ostile e scomodo e proprio per questo autentico. Le spiagge del gargano sono spesso spiagge selvagge, rocciose e ciottolose (esistono anche quelle di sabbia certo). Spiagge immerse nella natura, da raggiungere percorrendo sentieri scoscesi e non sempre comodi diciamo la verità. Spiagge, circondate da acque verdissime e blu e dove godere della quiete e magari di un pranzo al sacco vista mare. Esistono spiagge adatte e accessibili a tutti, famiglie e bambini, giovani e meno giovani. Se non sapete quali scegliere e quali fanno al caso vostro allora venite con noi alla scoperta delle 15 spiagge che non vi potete perdere in un viaggio nel Gargano.

Noi abbiamo fatto base a Vieste e da li le abbiamo girate tutte, giorno dopo giorno. Il nostro elenco di spiagge, parte dal Nord di Vieste per scendere piano piano fino a Mattinata.

Indice

  1. Spiaggia dei Cento Scalini o delle Tufare
  2. Spiaggia di Calenella
  3. Baia Zaiana
  4. Baia di Manaccora
  5. Spiaggia Stretta o Baia dei Porci
  6. La Chianca
  7. Spiaggia di Molinella
  8. Spiaggia dei Colombi
  9. La Scialara o Spiaggia del Pizzomunno
  10. Baia San Felice e Architiello San Felice
  11. Baia dei Campi
  12. Portogreco
  13. Baia di Vignanotica
  14. Baia delle Zagare
  15. Spiaggia di Mattinatella

Le 15 spiagge più belle del Gargano

Spiaggia dei Cento Scalini o delle Tufare

La Spiaggia dei Cento Scalini o delle Tufare, si trova a metà strada tra Rodi Garganico a Peschici. E’ una piccola insenatura di sabbia, che si raggiunge appunto percorrendo un sentiero di 100 scalini, oppure a piedi dalla vicina spiaggia di San Menaio. Non è molto conosciuta ma il paesaggio che la circonda è davvero particolare e qui potrete unire vita da mare a escursioni nella natura. Infatti dalla spiaggia dei Cento Scalini, è possibile intraprendere un’escursione a piedi nella Pineta Marzini. La pineta è un susseguirsi di viali alberati, pini e scorci mozzafiato fino alle Isole Tremiti. Mare e natura renderanno perfetta la vostra giornata. Siete solo all’inizio del vostro viaggio alla ricerca delle 15 spiagge più spettacolari del gargano, quelle che più vi faranno battere il cuore, per cui preparatevi.

Spiaggia di Calenella

A circa 3,5 km e mezzo dalla Spiaggia dei Cento Scalini troverete la Spiaggia di Calenella. Un’arenile sabbioso di facile accesso dalla SS89, dove l’acqua è poco profonda e fornita anche di bar, lettini e ombrelloni. Per questi motivi risulta molto comoda se andate con dei bambini e tante cianfrusaglie da portare. La spiaggia è circondata da una fitta vegetazione di pini d’Aleppo e dominata dall’alto dalla torre di Monte Pucci. Proprio dall’alto, all’altezza della Torre del Monte Pucci riuscirete a godere di una vista a dir poco spettacolare di questa spiaggia. Fermatevi per qualche minuto a contemplare questo balcone panoramico.

Info pratiche:
il colpo d’occhio più bello su questa spiaggia, si ha venendo da Peschici verso Rodi Garganico e quindi andando verso nord. Vi troverete a guidare dalla parte dello strapiombo, piuttosto che da quella del costone roccioso. L’effetto scendendo verso la spiaggia da questa direzione(a scendere), fa molto più effetto che dalla direzione opposta(a salire). Vi consigliamo quindi, di arrivare alla spiaggia da Peschici per godere di questa bellissima visuale.

Baia Zaiana

Zaiana oggi è diventata una meta molto conosciuta e molto turistica, mentre un tempo era meta dedicata ai naturisti. Ancora oggi gli viene affiancato il nome di spiaggia dei giovani, perchè la sera si anima a ritmo di musica e drink. Di giorno invece è molto tranquilla e frequentata da tutti. Troverete cartelli su come raggiungerla praticamente in tutta la litoranea Peschici-Vieste. La spiaggia ha sabbia dorata e acqua limpida, incastonata tra due costoni rocciosi coperti da verdeggianti pini. In estate pur essendo molto affollata, rimane comunque una spiaggia selvaggia e incontaminata e entra di diritto tra le 15 spiagge più belle del gargano. Infatti qui non ci sono ne villaggi turistici ne alberghi e la spiaggia è per metà attrezzata e per metà libera (è presente anche un bar).

Raggiungerla inoltre non è proprio semplicissimo, infatti dopo aver percorso una strada strettissima, si raggiunge il parcheggio a pagamento. Lasciata l’auto nel parcheggio a pagamento, bisogna percorrere all’incirca 150 ripidi scalini primi di arrivare al mare. In ogni caso una visita vale sicuramente la pena e per gli amanti dei tuffi, qui avrete tanti punti da dove potervi tuffare.

Info pratiche:
Noi abbiamo percorso una scorciatoia per arrivare a Zaiana. In questa strada passerete tra alberi e scorci molto belli, ma sarà difficile riuscire a passare se arriva un’auto dal senso opposto. In ogni caso ci hanno detto che esiste una strada più comoda per raggiungerla, che crediamo sia quella che abbiamo fatto al ritorno.

Settembre è sicuramente il periodo migliore per visitarla

Baia di Manaccora

Una lunga spiaggia di soffice sabbia e un mare dai colori cristallini vi aspettano alla Baia di Manaccora. L’odore degli alberi e della vegetazione qui si sente forte e il verde vi terrà nel suo caldo abbraccio. Qui sono presenti parecchie strutture ricettive e ristorantini, bellezza e comodità. E’ molto bello passeggiare per il suo litorale con le luci del tramonto ed è facile raggiungere anche la vicina spiaggia di Zaiana. Proprio nella baia si trova il Grottone di Manaccora o Grotta degli dei. Una cavità rocciosa dove troverete tracce di antiche civiltà e storia fin dall’età del Bronzo. Un tempo utilizzata anche come luogo di culto, visti i numerosi reperti archeologici rinvenuti al suo interno.

Info pratiche:
Con amarezza, dobbiamo dirvi che la visita alla grotta è stata triste. Abbiamo trovato la grotta in totale stato di abbandono attualmente (agosto 2020). Questo ci dispiace molto perchè vengono buttati via anni di ricerche e di storia, per lasciare spazio a un degrado molto evidente. Spero che quando andrete voi la situazione sia stata ripristinata, altrimenti la visita non vale la pena.

Spiaggia Stretta o Baia dei Porci

La Baia dei Porci è sicuramente tra le spiagge che abbiamo preferito durante il nostro viaggio ed è sicuramente tra le 15 spiagge più belle del gargano. Probabilmente senza l’aiuto di una famiglia che abbiamo conosciuto a Vieste e che vive qui, non l’avremmo mai scovata. E’ una piccolissima baia di sabbia chiarissima e acqua limpida, lunga appena 50 metri. Incastonata in una mezzaluna fatta di rocce , alberi e una duna di sabbia altissima. La spiaggia rimane piuttosto nascosta e riparata e dalla strada non è visibile, a meno che non si sappia. Inoltre è priva di qualsiasi tipo di struttura e piuttosto difficile da raggiungere e questo la rende accessibile a pochi. Ecco perchè qui troverete un paradiso incontaminato di pace e tranquillità, dove a farvi compagnia saranno solo le onde del mare e le cicale. Passare alcune ore qui ci ha davvero rigenerato.

Come raggiungere la Spiaggia Stretta e dove parcheggiare

Per raggiungere la Spiaggia Stretta venendo da Vieste, dovete seguire la S.P. per Peschici e la troverete poco prima del centro vacanze Il Crovatico. Non c’è nessuna indicazione, ma c’è uno squarcio aperto nella rete da dove potete entrare, per cui guardate bene altrimenti potreste non vederlo. Una volta trovato l’accesso vi si parerà davanti un’enorme e ripidissima duna di sabbia, da dove potrete scendere. Per aiutarvi potete usare anche la corda che hanno posizionato sulla sinistra, ma è più comoda per la salita. La discesa sulla duna di sabbia è divertente alla fine. Per la salita invece, vi consigliamo il sentiero accanto alla duna, che seppur impervio risulta meno faticoso. La spiaggia è raggiungibile anche via mare, infatti abbiamo visto arrivare diversi gommoni e barchette per una breve sosta.

L’argomento dove parcheggiare per la Spiaggia Stretta è molto ostico. Noi abbiamo avuto la fortuna di parcheggiare nella rientranza con alberi che si trova sulla destra, poco prima della curva che una volta scavalcata, porta alla spiaggia. Se parcheggiate lungo la strada, parcheggiate l’auto perfettamente all’interno delle strisce bianche altrimenti sarete multati quasi sicuramente. Per evitare questo problema e se non trovate posto dove l’abbiamo trovato noi, vi consigliamo di parcheggiare alla vicina Chianca ad appena 300 metri. Nonostante il parcheggio sia a pagamento, qui sarete sicuri di non prendere una multa. Oppure potete parcheggiare a circa 1 Km nel parcheggio da Michele. Si trova un pò dopo la Chianca e costa 5,00 euro. Sappiate però che se venite con bambini o con parecchia roba da portare potrebbe essere scomodo.

Eravamo un pò indecisi nel condividere le informazione su questa piccola spiaggia, perchè ci sarebbe piaciuto che rimanesse ancora poco conosciuta. Ma la bellezza va condivisa. Vorremmo però che questo piccolo angolo di paradiso rimasse tale, per cui munitevi di un sacchetto per la spazzatura se mangiate in spiaggia e portatelo via con voi a fine giornata. Siate gentili e rispettosi di questo gioiello, come di tutte le altre spiagge. Preserviamo la natura. La spiaggia Stretta per noi resta senza dubbio, tra le 15 spiagge più insolite e particolari del gargano.

Info pratiche:
non essendo una spiaggia attrezzata ma totalmente libera, ricordatevi di portare l’acqua perchè fa molto caldo, qualcosa da mangiare e la crema solare protettiva.

La Chianca

Questa spiaggia si trova accanto a quella della Baia dei Porci. La Chianca (che sta a significare pietra), si chiama così per la presenza del grande isolotto nel mare, proprio di fronte alla baia, da cui prende anche il nome. Si tratta di una spiaggia di sabbia fina dal fondale basso, infatti è possibile raggiungere l’isolotto anche a piedi, con una passeggiata nell’acqua. Sull’isolotto troverete anche un trabucco, il trabucco della Chianca. E’ presente sia la spiaggia libera che la spiaggia attrezzata ed è facilmente raggiungibile, per cui adatta a tutti. Se vi state chiedendo se rientra tra le migliori spiagge del gargano, la risposta è sicuramente un si.

Info pratiche:
potete parcheggiare nel parcheggio a pagamento che si trova proprio sopra la spiaggia e da cui prende anche il nome.

Spiaggia di Molinella

A circa 4 km da Vieste troverete la Spiaggia della Molinella. Una piccola spiaggia di sabbia, dai fondali bassi, che regala anche una particolare vista sulla vicina Vieste. Per chi è in visita a Vieste, è un’alternativa carina per fare un pò di mare, appena fuori dal paese. Noi abbiamo passato il tempo sulla spiaggia libera, tra bagni e letture, ma ci sono anche alcuni stabilimenti balneari dove potrete affittare sdraio e ombrellone e ovviamente dove potrete mangiare.

A proposito di mangiare noi abbiamo fatto pranzo al ristorante MezzaLuna, proprie di fronte al mare. Ci siamo gustati i bruschettoni rucola e pomodorini, le orecchiette pomodoro, rucola, pinoli e grana e i paccheri alle vongole. Un pranzo delizioso, economico e vista mare. Ve lo consigliamo assolutamente. Se soggiornate nella vicina Vieste vi consigliamo di leggere anche il nostro articolo su Dove mangiare a Vieste.

Dopo pranzo siamo tornati ancora un pò in spiaggia e poi abbiamo fatto una passeggiata al vicino Trabucco di Molinella, adagiato sull’estremità rocciosa della Baia. Il trabucco è già visibile dalla spiaggia e raggiungerlo a piedi sarà molto semplice. La vista da sopra è veramente bellissima e la potenza del mare vi incanterà. Le spiagge del Gargano hanno una varietà incredibile e anche la Molinella merita di essere inserita tra le 15 più belle.

Info pratiche:
il parcheggio è libero e in loco, proprio di fronte alla spiaggia
per il pranzo al ristorante Mezzaluna abbiamo speso 28,00 euro, per antipasto, due primi, bevande e caffè compresi

La Spiaggia dei Colombi

Se siete alla ricerca di spiagge insolite, tra le 15 spiagge più belle del gargano, c’è sicuramente la Spiaggia dei Colombi. Racchiusa tra rocce e pini infatti, troverete questa piccolissima insenatura sabbiosa che prende il nome dalla grotta che si trova sulla spiaggia, la Grotta dei Colombi. Proprio la grotta che sembra proteggere la spiaggetta, la rende ancora più suggestiva. La spiaggia è completamente priva di servizi ed è questo a renderla sicuramente più bella, per cui sappiate che nel caso dovrete portarvi bevande e cibo. Non esagerate con le cose da portare però, perchè raggiungerla non è semplicissimo e ora vi spieghiamo come fare.

Come raggiungere la Spiaggia dei Colombi e dove parcheggiare

Per arrivare a questa spiaggia se venite da Vieste, dopo circa 4 km e un paio di curve, troverete un parcheggio sulla destra dove poter lasciare l’auto per poi scendere a piedi. Il sentiero per la spiaggia non è lungo ma è un pò scivoloso. Fate attenzione soprattutto con i bambini. Niente che non si possa fare, ma se ci si porta dietro parecchia roba non è comodo. Una volta arrivati alla fine del sentiero si arriva su una prima spiaggetta. Da qui, dovrete fare un piccolo tratto in acqua(parliamo di acqua bassa), per oltrepassare un costone roccioso e raggiungere finalmente la Baia dei Colombi.

Info pratiche:
vi consigliamo di arrivare in spiaggia presto se volete godere del sole e della tranquillità, perchè nel pomeriggio non troppo tardi arriva l’ombra

La Scialara o Spiaggia del Pizzomunno

Se siete stati a Vieste conoscerete sicuramente una tra le più famose spiagge del Gargano, la Scialara o meglio conosciuta come Spiaggia del Pizzomunno. E’ proprio qui che troverete il simbolo di questa spiaggia e anche uno dei principali punti di interesse della città di Vieste, l’enorme monolite solitario.

La leggenda di Cristalda e Pizzomunno

A Pizzomunno è legata la tormentata leggenda della storia d’amore tra Cristalda e Pizzomunno. Il monolite sta a rappresentare proprio il povero Pizzomunno, un giovane marinaio di cui tutte le sirene erano innamorate ma che aveva occhi solo per la su Cristalda. Le sirene provarono più volte e in ogni modo a corrompere il giovane, ma lui aveva occhi solo per la sua Cristalda e così vennero sempre rifiutate. Un giorno però le sirene stanche dei suoi rifiuti, rapirono Cristalda e la trascinarono negli abissi e il povero Pizzomunno rimase immobile ad aspettarla a lungo e si trasformò in quello che oggi vediamo tutti.

La spiaggia di Pizzomunno si classifica sicuramente tra le spiagge da non perdere in un viaggio nel gargano. Alla Scialara o Pizzomunno troverete una bella spiaggia di sabbia chiara, molto lunga. Sul lungomare incontrerete molti stabilimenti balneari dove affittare lettini e ombrelloni e dove mangiare e intrattenervi. Noi vi consigliamo il Pelikano. Un posto moderno e carino e con un bel ristorante. Se non desiderate andare negli stabilimenti ci sono anche diverse zone di spiaggia libera. L’unico neo della spiaggia libera è che quando è ventoso (e lo è spesso), se vi stendete a terra con i teli, la sabbia vi volerà tutta addosso. Noi lo abbiamo capito solo poi, quando eravamo ormai delle cotolette e quando abbiamo visto arrivare tutti attrezzati con sdraie o sedioline.

Baia San Felice e Architiello San Felice

Piccolo scrigno di bellezza a 15 minuti di auto da Vieste è la Baia San Felice. Incastonata tra il famoso Architiello, importante simbolo della costa viestana e la scogliera sovrastata dalla torre di avvistamento del XVI secolo. La baia è composta da due spiaggette, divise da un costone roccioso che si oltrepassa a piedi via mare. C’è una parte attrezzata con ombrelloni e una parte di spiaggia libera. Il fondale è basso e sabbioso, per cui molto accessibile per i bambini e per chi non sa nuotare e l’acqua di un brillante colore verde smeraldo. Alla Baia San Felice è possibile arrivare anche via mare, grazie alle numerose escursioni che partono da Vieste. In questo modo avrete la possibilità di visitare le vicine grotte dei Contrabbandieri e della Campana Piccola. Se non volete fare il tour in barca potete affittare il pedalò e raggiungerle in pedalò, guardando l’Architiello da vicino.

Proprio l’Architiello è senza dubbio l’elemento architettonico naturale tra i più conosciuti del Gargano. Infatti anche se non avete intenzione di fermarvi nella Spiaggia di San Felice, non potete di certo perdervi la vista sull’Architiello. A circa 700 metri in auto, proprio arrivati alla Torre San felice, parcheggiate e ammirate l’imponenza di questo arco scolpito nella roccia. Questo capolavoro si è formata in seguito alla continua e lenta erosione del vento e del mare. Qui i vostri occhi saranno pieni di verde acceso della vegetazione tutta intorno, verde smeraldo dell’acqua e cielo azzurro.

La leggenda dell’Architielo San Felice

Come spesso ci è capitato di sentire in gargano, anche dietro all‘Architiello San Felice si nasconde un’antica leggenda. Si racconta infatti, che fu ricavato nelle rocce dalle Ninfe marine e dai Tritoni. Insieme, si impegnarono a ergere l’arco, in onore del re del mare, Nettuno e di sua moglie Anfitrite e del loro grande amore. Una leggenda che gli conferisce un incredibile fascino e lo rende pura poesia.

Baia dei Campi

La spiaggia di Baia dei Campi è un arenile di ghiaia e ciottoli, con fondali profondi. Proprio per questo è molto apprezzata da chi ama fare immersioni e ci hanno anche raccontato che sui fondali davanti alla Baia si trova il relitto di un’antica nave. Al centro della baia ci sono anche due isolotti che rendono il tutto più affascinante. I dintorni sono ricchi di meravigliose grotte da visitare come la Grotta Calda, la Grotta dei Contrabbandieri, la Grotta Sfondata e la Grotta Campana Piccola, la Grotta due Occhi.

Il Gargano come avrete capito è ricco di tantissime grotte e insenature, alcune raggiungibili solo via mare. Grotte che potrete raggiungere tramite escursioni in partenza dai principali porti, o tramite caicco, gommone e canoe per le più vicine. Ne abbiamo parlato meglio sul nostro articolo di Vieste.

Come raggiungere la Baia dei Campi e dove parcheggiare

Non esiste un vero e proprio parcheggio per raggiungere la Baia dei Campi in realtà. C’è il parcheggio del Camping Villaggio Baia e Cala di Campi, ma è riservato appunto ai clienti del camping e se volete parcheggiare qui dovrete pagare 20,00 euro. La soluzione è parcheggiare lungo la strada e raggiungere la spiaggia a piedi. Si scende giù per la scogliera e il sentiero è piuttosto scosceso, per cui non adatto a bambini molto piccoli o anziani. Una volta arrivati però si è ripagati della fatica.

Info pratiche:
purtroppo come per altre spiagge è difficile da raggiungere e senza parcheggio dedicato, rischiate che vi venga fatta la multa. Questo nonostante non ci siano divieti di sosta e a volte anche parcheggiando dietro le strisce bianche, senza invadere la carreggiata. A noi è andata bene, ma altri sono stati multati, per cui fate attenzione. La multa se abbiamo ben capito si aggira intorno ai 40 euro.

Portogreco

La spiaggia di Portogreco è un’altra di quella gemme nascoste e preziose non troppo semplici da scovare, ma che proprio per questo mantiene il suo fascino selvaggio. Una spiaggia che dovete assolutamente inserire nella lista delle 15 spiagge più belle del gargano. Una spiaggia di ciottoli, dal mare azzurro e cristallino. Circondata da alte falesie e da una fitta e verdeggiante vegetazione, si raggiunge attraverso un sentiero tra gli alberi, ma non semplicissimo e su terreno ghiaioso. Il sentiero è lungo circa 500 metri e impiegherete circa 15 minuti. La vista raggiunta la spiaggia è bellissima. Il nostro consiglio è quello di indossare scarpe da ginnastica per essere più comodi e lo sconsigliamo a bambini molto piccoli e anziani.

La spiaggia non è segnalata e non esiste un parcheggio, ma lungo la strada ci sono alcune piazzole di sosta dove potrete lasciare l’auto. Noi abbiamo fatto un pò di strada a piedi ma è andata bene.

Info pratiche:
quando siamo andati noi (agosto 2020), forse siamo stati fortunati ma non siamo incappati nel parcheggiatore abusivo che girava da una parte all’altra con un motorino. Chiedeva 5,00 euro per parcheggiare lungo la strada, non di certo di sua proprietà. Abbiamo sentito molte persone parlarne in spiaggia e ce lo hanno anche raccontato altri amici che sono stati prima di noi. Tutti hanno pagato i 5,00 euro per paura di qualche ritorsione. Per cui sappiate che potrebbe capitarvi di pagare i 5,00 euro se parcheggiate nei pressi dell’imbocco del sentiero.

Baia di Vignanotica

Incastonata fra altissime falesie bianche che si tuffano a picco sul mare e sovrastata da una folta vegetazione, la Baia di Vignanotica è sicuramente una tra le 15 spiagge più belle del Gargano. La spiaggia di ciottoli bianchi crea una perfetta armonia con l’azzurro cristallino del mare. L’acqua è fresca, pulita e trasparente. Sulla spiaggia ci sono due piccoli stabilimenti balneari se volete lettini e ombrelloni o se volete fermarvi a mangiare. Per il resto la spiaggia è libera e potete sistemarvi dove più vi piace. Noi abbiamo scelto di stenderci sulla spiaggia libera con un pranzo al sacco vista mare e i piedi nell’acqua. Ci siamo anche concessi delle granite ghiacciate alla fragola e due bei gelati.

Vi consigliamo di andare al mattino presto, così potrete scegliere il posto che più vi piace e godervi la spiaggia quando è meno affollata. Inoltre la presenza delle altissime falesie fa si che la spiaggia nel pomeriggio vada in ombra presto. L’unica parte che rimane soleggiata a lungo è quella centrale tra le due falesie, proprio dove si trovano i due stabilimenti balneari. Da qui potrete raggiungere via mare anche la Grotta della Campana.

Come raggiungere la Baia di Vignanotica e dove parcheggiare

Noi prima di partire non avevamo trovato molte informazioni su come raggiungere la Spiaggia di Vignanotica, per cui abbiamo messo nel navigatore il nome della spiaggia e abbiamo seguito le indicazioni. Il tragitto si snoda per la maggior parte sulla provinciale verso Mattinata, ma ad un certo punto ci si addentra in una stretta stradina che vi porterà ad un parcheggio a pagamento. Il parcheggio costa 10 euro per tutta la giornata, compresa la navetta per la spiaggia andata e ritorno. Ci teniamo a precisare che la navetta è molto spartana, per cui non aspettatevi un minivan a 5 stelle. Il tragitto dal parcheggio alla spiaggia è su un tratto di strada non asfaltata e in pochi minuti sarete a destinazione.

Un’altro modo per raggiungere la Spiaggia è arrivare al Camping Vignanotica. Andate oltre il camping e parcheggiate l’auto nel parcheggio a sinistra. Da qui c’è un sentiero accessibile a piedi dove troverete anche delle scale che vi porteranno direttamente in spiaggia. Ovviamente la spiaggia è raggiungibile anche via mare, con i vari tour o escursioni.

Baia delle Zagare

Quando si parla della Baia delle Zagare o Baia dei Mergoli, la prima cosa che viene in mente sono i suoi faraglioni. Si avete capito bene, ci sono due faraglioni plasmati negli anni, dalla forza di madre natura. A pochi metri dalla spiaggia, i faraglioni dominano lo scenario della baia e prendono il nome di Arco di Diomede e Le Forbici. L’Arco di Diomede viene anche chiamato Arco Magico e lo riconoscerete subito per la sua perfetta forma ad arco.

Ma perché si chiama Baia delle Zagare o Baia dei Mergoli?

La Baia delle Zagare prende il suo nome dal delicato profumo dei fiori di arancio, chiamati appunto Zagare. Il profumo di questi fiori bianchi si diffonde nell’aria e crea atmosfere davvero rilassanti. Le Zagare erano i fiori delle spose. C’era l’usanza di regalare i fiori d’arancio alle proprie spose per rendere più bello il loro abito nel giorno del matrimonio. Le zagare erano un simbolo di purezza e fertilità e ancora oggi vengono molto usate per cerimonie religiose e matrimoni.

Il nome Baia dei Mergoli invece, deriva dalla grande concentrazione di merli (mergoli in dialetto) che nidificano in questa zona.

La vista che si ha sulla baia dall’alto, è tra le viste più belle e più conosciute del gargano. Le bianche falesie, i pini verdissimi, la spiaggia di ciottoli, l’acqua azzurra luccicante e i faraglioni, creano un paesaggio davvero unico e raro. Un paesaggio che suscita stupore ed emozioni. Un paesaggio che ci ha lasciato una sensazione di immensità, di bellezza perfetta, di natura incontaminata. Proprio per questo motivo, secondo noi, la Baia delle Zagare si posiziona nei gradini più alti della classifica delle 15 spiagge più belle del Gargano.

La Baia in realtà è formata da due spiagge differenti, separate da scogliere rocciose. La Baia dei Mergoli e la Spiaggia dei Faraglioni, quella verso Nord o meglio verso Vieste. In realtà le spiagge sarebbero tre, ma la terza è raggiungibile solo via mare. La spiaggia ha sia una parte di spiaggia libera, sia una parte attrezzata con sdraie, ombrelloni e un chioscetto. Oltre che sdraie e ombrelloni potrete affittare le canoe per avvicinarvi ai faraglioni e visitare le grotte nei dintorni.

Come raggiungere la Baia delle Zagare e dove parcheggiare

Come vi abbiamo detto più volte non sempre è facile raggiungere le spiagge in gargano e la Baia delle Zagare, pur essendo tra le 15 spiagge più del gargano, non è semplice da raggiungere. Le note dolenti della Baia delle Zagare, sono sicuramente come raggiungerla e dove parcheggiare. La spiaggia non è facile da raggiungere e oltretutto non è segnalata da nessuna parte. Questo crea difficoltà e confusione a chi desidera arrivarci senza fare troppe ricerche. Ci sono diversi modi per raggiungere la spiaggia e ve li elenchiamo qui sotto:

In Auto

Noi personalmente, abbiamo deciso di raggiungere la spiaggia in Auto. Lungo il tragitto ad un certo punto arriverete al famoso punto panoramico con vista sulla baia. Potete accostare sulla piazzola e scendere a fare qualche foto. Dopodiché abbiamo raggiunto la spiaggia, semplicemente mettendo nel navigatore le indicazioni per l’hotel Baia delle Zagare. Una volta raggiunto l’ingresso dell’hotel troverete un paio di addetti dell’hotel che vi diranno dove parcheggiare. Il parcheggio costa ben 15,00 euro (perlomeno a Luglio e Agosto) ed è collocato in alcune zone sterrate, dopo i parcheggi privati riservati agli ospiti dell’hotel.

La strada per arrivarci è asfaltata. Sappiate che i posti non sono tantissimi, per cui cercate di arrivare presto. Una volta parcheggiata l’auto dovrete tornare indietro, al punto dove siete entrati, ossia davanti all’ingresso dell’hotel Baia delle Zagare. Una volta qui, pagate il parcheggio agli addetti dell’hotel e avrete accesso al tragitto per arrivare in spiaggia. Dall’ingresso dell’hotel infatti, dovrete seguire un altro percorso a piedi obbligato, che vi porterà fino ad una scalinata di circa un centinaio di gradini. La scalinata arriva proprio sulla spiaggia ed è proprio dalla scalinata che avrete le viste più belle della Baia.

Attraverso un sentiero dalla SP53

Se volete raggiungere la spiaggia a piedi, arrivando da Vieste, sulla SP53, a circa 350 metri prima dal ristorante Monte Barone da Sor Pascal, parte una stradina sterrata. La stradina passa sotto la strada principale e ci vogliono almeno 10 minuti per arrivare alla spiaggia. Il parcheggio non è disponibile e molti parcheggiano sulla provinciale.

Attraverso il Sentiero dell’Amore

Se volete vedere la Baia delle Zagare ma non avete intenzione di scendere fino al mare, ma di godere dei panorami, della natura e di un pò di trekking, allora vi consigliamo di percorrere il Sentiero dell’Amore. Magari potete farlo nelle ore meno calde della giornata per godervi al meglio il cammino.

Il percorso parte da Vignanotica ed è lungo circa 3 km (6 km se fate andata e ritorno). Dovrete arrivare in auto al Camping Vignanotica e parcheggiare nel parcheggio che vedete sulla sinistra. In questo caso non dovrete scendere la scalinata per arrivare alla spiaggia di Vignanotica, ma dovrete immergervi nel sentiero che si trova oltre la catena, proprio accanto al parcheggio. Il sentiero dapprima si inerpica nel folto e profumato bosco per poi continuare con vista sulla falesie a strapiombo sul mare. Lungo il tragitto vi capiterà di incontrare tante piante aromatiche tra cui la menta, il timo, il rosmarino selvatico. Respirate a pieni polmoni e inebriatevi di questi profumi. Ad un certo punto scorgerete perfettamente il panorama sulla baia delle Zagare e sui suoi faraglioni. Un vero spettacolo.

Info pratiche:
la spiaggia va in ombra intorno alle 15.30 vista la presenza delle alte falesie, a parte la zona centrale dove ci sono ombrelloni e sdraie, che va in ombra più tardi. Il consiglio quindi è quello di venire al mattino presto per godere di più ore di sole.

Il Chioschetto sulla spiaggia ha prezzi piuttosto alti. Noi abbiamo pagato per 2 ghiaccioli 8,00 euro e 4,00 euro per un caffè. Vi consigliamo per cui di portare il pranzo da casa se volete risparmiare qualcosa.

Per percorrere il Sentiero dell’Amore, vi consigliamo l’utilizzo di scarpe da ginnastica o da trekking per essere più comodi. Inoltre in piena estate vi consigliamo di scegliere di percorrerlo nel tardo pomeriggio per evitare le ore più calde.

Spiaggia di Mattinatella

La spiaggia più a sud del Gargano che abbiamo visitato è quella di Mattinatella e anch’essa entra di diritto tra le 15 spiagge più belle del gargano. La spiaggia di Mattinatella è una spiaggia di sabbia e ghiaia che si trova nel comune di Mattinata. Meno scenografica ma comunque bella e più comoda ed accessibile rispetto ad altre. Sono presenti infatti lidi attrezzati e anche ristorantini sulla spiaggia. Se siete alla ricerca di una giornata di completo relax è la spiaggia adatta a voi.

Info pratiche:
se volete affittare ombrellone e sdraia vi conviene prenotare prima. Un lido che vi consigliamo è il lido San Lorenzo. Alle 15.30 circa la spiaggia va in ombra.

Il gargano è puntellato di tante bellissime spiagge, nascoste e meno nascoste, molte non le conosciamo e forse non le scoveremo mai tutte, ma ora sapete da dove iniziare. Per cui scegliete le spiagge che più vi hanno incuriosito e partite per il vostro tour tra le 15 spiagge più belle del Gargano.

Condividi:


0
Avatar for Nati & Nico, Natascia & Nicolas

Viviamo in pianta stabile in un piccolo paesino marchigiano, ma dopo innumerevoli viaggi e esperienze di vita all’estero, abbiamo imparato che il viaggio è sentirsi sempre nel posto giusto, ovunque esso sia. Siamo degli ottimisti cronici e forse è proprio per questo che vediamo bellezza e opportunità ovunque. Ci piacciono gli aeroporti che in un attimo legano i fili del mondo, la fotografia e i video che conserviamo e riguardiamo con cura dopo ogni viaggio. Ci piace assaggiare la cucina locale, imparare come vivono gli altri, esplorare e perderci per le infinite vie di un viaggio. TODOMUNDOEBOM è crescita, attimi speciali, condivisione, tolleranza, diversità, amore ed è qui per raccontare, condividere e regalare consigli e soprattutto emozioni. Se volete sapere di più su di noi cliccate qui.

Lascia un commento



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *